CRONACA   SPECCHIA (LE)  -  giovedì 14 settembre 2017 - 12:48

Omicidio Noemi, Lucio trasferito in casa protetta

L'autopsia si terrà non prima di sabato

Omicidio Noemi, Lucio trasferito in casa protetta

E' stato trasferito in una casa 'protetta' il 17enne reo confesso dell'omicidio della fidanzata sedicenne Noemi Durini. Il trasferimento è avvenuto al termine dell'interrogatorio conclusosi la notte scorsa nella caserma dei carabinieri a Specchia. L'autopsia sul corpo della sedicenne, fatto ritrovare dallo stesso ragazzo dopo la confessione in un terreno nelle campagne di Castrignano del Capo (Lecce) coperto da un cumulo di sassi, dovrebbe tenersi sabato, o al massimo lunedì, nell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove ieri è stata trasferita la salma. L'esame autoptico sarà preceduto domani da una Tac sul cadavere. Ieri, con una prima ispezione cadaverica, il medico legale Roberto Vaglio ha rilevato la presenza di alcune lesioni sul collo della vittima. L'esame autoptico dovrà stabilire se quelle lesioni siano state provocate con un'arma da taglio oppure dall'azione di larve durante gli 11 giorni in cui il corpo di Noemi e' rimasto seppellito.





Tag: noemi durini, omicidio, castrignano del capo

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv