Mittal, è strappo con i sindacati

  |  TARANTO (TA)  -  mercoledì 10 giugno 2020 - 18:22

Dopo la bocciatura da parte del Governo del piano industriale precipita la situazione al siderurgico di Taranto. I sindacati interrompono ogni rapporto con Arcelor Mittal

di Redazione Norbaonline
Mittal,  strappo con i sindacati

I sindacati chiudono la porta ad ArcelorMittal annunciando lo stop alle relazioni industriali con l'azienda. Gli "unici interlocutori" ora sono "i ministeri competenti, la gestione commissariale e gli enti ispettivi, e la Procura" scrivono Fim, Fiom e Uilm nel verbale del nuovo consiglio di fabbrica che si e' tenuto oggi a Taranto, all'indomani dello sciopero in tutti i siti italiani e della bocciatura del governo del piano di AM con oltre 3 mila esuberi.
Ma non e' tutto, perche' i rappresentanti delle tute blu denunciano "irregolarita'" nell'utilizzo della Cig con causale
Covid-19 da parte dell'azienda mettendo a verbale una segnalazione all'Inps. Tra i tre punti chiave, c'e' anche la
richiesta di intervento delle istituzioni locali, regionali e dei parlamentari ionici. Le sigle metalmeccaniche invitano
quindi il Governatore della Puglia, Emiliano, a "convocare con urgenza" un consiglio regionale sull'ex Ilva con tutti i
soggetti interessati perche' e' necessario "coinvolgere tutte le istituzioni per affrontare nel merito il futuro di un territorio gia' fortemente provato". Le mobilitazioni, "che hanno visto una massiccia partecipazione", hanno "intrapreso un percorso chiaro attraverso una piattaforma che indica una prospettiva con cui affrontare la complicata vertenza", continuano i sindacati, che restano sul piede di guerra affinche' "nessun lavoratore possa
rimanere indietro". Intanto nel governo si fa largo l'idea di un intervento statale nel siderurgico: "lo Stato deve entrare perche' e' una filiera da salvaguardare e insieme alla filiera c'e' un indotto. Dobbiamo trovare partner seri", chiosa la sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo Economico, Alessandra Todde (M5S), richiamando la necessita' di un "piano strategico" per il siderurgico italiano perche' la situazione dell'ex Ilva "e' molto complessa e tutto il siderurgico in Italia ha un grosso problema". A rimarcare la strategicita' del settore e' il presidente di Federmeccanica, Alberto Dal Poz, dicendo che la filiera dell'acciaio "non si puo' spegnere ne' rallentare" e "va sostenuta". Lo stesso Dal Poz qualche giorno fa si era mostrato favorevole a "tutte le opzioni", pur considerando preferibile quella privata, purche' gli impianti non vengano spenti. La prossima settimana e' atteso un nuovo incontro sulla vertenza Ilva annunciato dal Governo, che si e' dichiarato disponibile a co-investire nella nuova compagine societaria, a cui parteciperebbe anche l'azienda.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.