Andria, scontro tra treni: le contestazioni della difesa

  |  ANDRIA (BT)  -  mercoledì 22 luglio 2020 - 19:15

Le contestazioni hanno riguardato a la data di istituzione del sistema che risalirebbe al 1963 obsoleto si ma pur sempre consentito

di Giovanni Di Benedetto
Andria, scontro tra treni: le contestazioni della difesa

Ultima udienza prima della pausa estiva del processo in corso all’auditorium “Baglioni” di Andria sullo scontro tra i due treni della Ferrotramviaria, che il 12 luglio del 2016 provoco' 23 morti sulla tratta a binario unico tra Andria e Corato. Le difese hanno contestato alcune affermazioni dei consulenti tecnici della Procura, a cominciare da quelle relative al 'blocco telefonico', il sistema di sicurezza in vigore sulla linea a binario unico della Ferrotramvia. In particolare le contestazioni hanno riguardato a la data di istituzione del sistema che risalirebbe al 1963 obsoleto si ma pur sempre consentito. Le difese hanno spiegato inoltre che la formazione dei cosiddetti 'treni bis' era una cosa consentita. Il processo e' stato aggiornato al 9 settembre. In tutto 17 gli imputati, sono costituite parti civili la Regione Puglia, i Comuni di Corato, Andria e Ruvo, oltre ad alcune associazioni, i parenti delle vittime e i passeggeri sopravvissuti, ad eccezione di quanti hanno ritirato la costituzione dopo aver già ottenuto i risarcimenti danni dall'assicurazione. Secondo l'accusa la partenza del treno di Andria, l’ET 1021, fu data senza attendere l'arrivo dell’ET 1016 proveniente da Corato.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.